8 REGOLE PER L’ABBINAMENTO VINCENTE TRA CIBO E VINO

  |   By  |  0 Comments

L’abbinamento cibo/vino è uno dei più spinosi. Quante volte hai storto il naso davanti ad un cliente che abbinava un piatto di pesce col vino rosso e la carne col vino bianco?

Per non parlare della pizza. Insomma si tratta di un argomento tra i più complessi del mondo enogastronomico perché legato sia ai gusti della persona che esprime un giudizio, sia alla sua conoscenza dei vini. E come dargli torto? Tu cosa fai quando ti trovi davanti a tante scelte e non hai le competenze per comprendere la differenza tra una e l’altra?

Scegli la più ovvia: quella che già conosci!

Ma cosa succederebbe se, nella tua scelta, tu fossi affiancato da un esperto, un’autorità capace di consigliarti?

Ora sta a te!

Puoi lasciare che sia il tuo cliente a scegliere rischiando che non resti soddisfatto oppure puoi vestire i panni dell’esperto, imparare a porre le giuste domande al cliente per sapere quale tipologia di vino ama e poi proporgli tu la tua miglior etichetta!Se avrai fatto bene il tuo lavoro al cliente non interesserà se, la bottiglia che gli hai proposto è di fascia medio alta, perché sarà conquistato dall’esperienza sensoriale che ha vissuto. La strada per vestire i panni dell’esperto, però, passa dalla formazione: oltre alla conoscenza dei vini della tua cantina, dovrai anche conoscere le 8 regole perfette da seguire per un abbinamento vino/cibo vincente.

Impara insieme al nostro Sommelier Fabio Mondini, attraverso un corso teorico, pratico e coinvolgente:

  • Quando è meglio servire vini con un residuo zuccherino
  • Quando usare un abbinamento di accordo con il dolce
  • Cosa offrire Con un cibo dalla tendenza grassa o untuosa
  • Cosa proporre con un piatto di pesce, e non dimenticare i rossi
  • Come proporre i vini rosati
  • Come rispondere all’acidità
  • Come offrire la giusta bollicina per tutti

Degusta e assaggia insieme al nostro Sommelier Fabio Mondini 4 diversi abbinamenti vino e cibo.

Abbinamento Cibo Vino

  |   By  |  0 Comments

I corsi di degustazione spopolano in ogni dove, chiaro segnale della volontà da parte del consumatore di capire un po’ di più su quello che ha nel bicchiere.

E tu devi essere pronto!

“Ma io lo sono! Cosa ci vuole? Basta usare i soliti aggettivi per descrivere il vino, farlo ruotare un po’ nel bicchiere e il gioco è fatto”!

Sei sicuro che sia così semplice? Forse un comportamento così approssimativo può andar bene davanti ad un cliente alle prime armi ma, davanti ad un cliente esperto?
Ma, è davvero corretto comportarsi in questo modo?
Il messaggio che devi trasmettere al tuo cliente è quello dell’esperto di vini, capace di consigliarlo e fargli apprezzare il vino che ha scelto ancora prima che lui lo assapori.
Il segreto è stimolare il cliente attraverso una descrizione delle caratteristiche organolettiche del vino sapendo alternare, con maestria, termini tecnici a quelli più semplici a seconda del suo livello di preparazione.

Perché se è vero che non puoi usare termini troppo da addetto ai lavori per i neofiti, allo stesso tempo non puoi dare la percezione che il cliente ne sappia più di te.Per raggiungere ciò devi conoscere le tue etichette: solo in questo modo potrai porre al cliente le domande giuste, fargli degustare il vino migliore per il suo palatoche non è detto debba coincidere con la tua migliore etichetta e sarai nella posizione di proporgli vini di fascia medio/alta senza che lui abbia nulla da controbattere.

Ora sta a te, puoi scegliere di essere quello dei ”soliti aggettivi” oppure puoi diventare l’esperto dei vini

Impara insieme al nostro Sommelier Fabio Mondini, attraverso un corso teorico, pratico e coinvolgente:

  • Le domande giuste da porre al cliente per comprendere i suoi gusti
  • Le informazioni di base da dare al cliente per descrivere il vino

Degusta, insieme al nostro Sommelier, 4 etichette diverse e scoprine le caratteristiche.

Differenza tra vini rossi e bianchi, impariamo insieme a conoscere il vino!

  |   By  |  0 Comments

Con Walter Ciceri

Non sarà attraverso la tua cantina che fidelizzerai il cliente, non fraintendermi anche quella conta ma, non serve a nulla avere tante etichette se tu non sarai capace di fargli vivere l’esperienza sensoriale, non sarai in grado di raccontargli cosa si nasconde dentro il suo calice di vino. Questo fa la differenza tra chi stappa una bottiglia e riempie un calice e un vero esperto, la differenza tra chi riesce a fidelizzare la clientela e chi invece vede solo visi nuovi, la differenza tra chi vede la sua attività crescere costantemente e chi vede i
suoi clienti andare dalla concorrenza. Questo è un corso di formazione sul vino, utile sia come primo approccio ai corsi per sommelier che come ripasso per chi è già corsista “iViaggidiVini” o è sommelier
Ci si concentrerà sulle due principali tipologie di vini, bianchi e rossi.
Impara insieme al nostro Speciaist Walter Ciceri, attraverso un corso teorico e coinvolgente a:
  • Attribuire ad ogni vino il giusto colore
  • Definire il vino
  • Capire perché è importante annusare il tappo
  • I 3 motivi per cui si deve tenere il bicchiere dallo stelo
  • Scegliere il vino giusto per il tuo locale e saperlo proporle al meglio
  • Imparare la tecnica per il corretto esame olfattivo
  • Imparare la tecnica per identificare i diversi sentori